giovedì, marzo 09, 2006

Bisognerebbe farlo brillare...

Ieri sera ho visto uno spezzone di "Porta a Porta", magistralmente condotto da Berlusconi e con Bruno Vespa come illustre ospite.
E come ogni volta è bastato poco per aumentare il mio livello di intolleranza nei suoi confronti. Non sono di parte (per me sinistra e destra sono solo due direzioni da prendere quando ci si sposta) ma per le cazzate che spara, l'atteggiamento da onnipotente che ostenta e la faccia da culo che si ritrova la cosa più giusta da fare sarebbe farlo "brillare".
E magari sarebbe opportuno farlo proprio mentre è "ospite" di Vespa, così ci liberiamo anche di una spesa non indifferente (ho sentito del lauto compenso che riceve per Porta a Porta su RDS qualche giorno fa, cliccando qui potete leggere le cifre di cui si parla). che magari ci potrebbe far risparmiare sul canone RAI. Si, proprio quel canone che negli ultimi tempi si è truccato da "tassa per il possesso di uno o più apparecchi televisivi": e chiamarla così è ancora più grave, più ci penso e più mi incazzo. E poco dopo l'incazzatura è totale perchè penso che noi italiani attraverso il canone possiamo far arricchire Vespa, possiamo veder litigare Zequila e Pappalardo e possiamo bearci di una settimana di "Festival della canzone italiana" (ma quando lo sopprimeranno 'sto Sanremo?!?!?). Io vorrei solo far sapere a questi signori "che comandano", se mai leggessero, che mi vergogno di essere italiano. Mi vergogno nonostante i DanteMichelangeloLeonardoMarconiFermi; mi vergogno nonostante MilanoRomaNapoliPalermoVeneziaFirenze; mi vergogno nonostante PizzaPastaVinoPaneOlioMozzarella.

Faccio un ultimo zapping in tv; stasera il "portatore nano di vergogna" non c'è ma su RaiDue c'è Fini. Non giudico le ideologie politiche e la validità, ma almeno da l'idea di una persona seria e non di un emerito e dichiarato buffone.

Mi sovviene or ora del grande discorso che il nostro eroe ha fatto al congresso USA; non so se ridere di più per il contenuto del discorso, l'inglese personalizzato ("allow me to conclude", traduzione letterale del famoso "mi consenta"), o per gli scroscianti applausi del congresso.

UPDATE 11 MARZO
Squisito come il cacio sui maccheroni e preciso e tagliente come un rasoio, a rafforzare la tesi esposta nelle righe qui sopra arriva lo stesso 9 marzo questo post del sito di Beppe Grillo, che linka questo sconvolgente video del premier in una delle sue performance migliori, l'esibizione al parlamento europeo nel luglio 2003. L'ho guardato diverse volte e ho riso talmente tanto che alla fine mi sono accorto che stavo piangendo...
Ehhh ... se l'avessero fatto brillare prima!!!!

Chiudo con una simpatica immagine che poco c'entra con quanto esposto finora. Ma in questo caso cambiare discorso giova sicuramente alla salute....

1 commento:

AleDiablo ha detto...

Non c´e´fondo nella immensa piscina di liquame scavata dal Berlusca in questi anni.
In germania mi chiedono come abbiano fatto gli italiani a votare il nano.

Cosa dovrei rispondere?? Non trovo le parole!!!!